Formazione

Mostra interesse al corso
Clicca qui per fare richiesta
Coordinatore
Stanislao Lancia
Dottore in Sociologia, lavora in IFSC dal 2001. Dal 2008 ne è il Tesoriere.
E-mail: Stanislao.Lancia@itafsc.org
Tel.: 06.97155505
Mob.: 348.7926043
Costi
Il costo del corso è di €1.100,00 + IVA per i partecipanti provenienti da società associate all’IFSC e di €1.900,00 + IVA per i partecipanti esterni. La retta comprende il materiale didattico e il pranzo. Il pagamento dovrà avvenire entro il venerdì precedente al corso mediante bonifico bancario intestato a: Italian Flight Safety Committee
Banca Intesa San Paolo.
IBAN: IT56 G030 6905 0936 1531 9718 533

Introduzione

Corso in Emergency Response Planning & Crisis Management
Essere preparati ad affrontare una crisi non è un lusso. E’ un requisito cui le organizzazioni aeronautiche devono ottemperare; per ragioni economiche, etiche e, ovviamente, normative. Una crisi, infatti, può procurare un danno permanente alla reputazione di un’impresa, minando la relazione di fiducia con i clienti, investitori e dipendenti fino al suo fallimento. Relazione di fiducia che si fonda, quotidianamente, sulla qualità del servizio erogato e, in  situazione di crisi, nell’assunzione di responsabilità da parte dell’organizzazione, che si realizza - nel caso di un incidente aereo - in un’adeguata risposta ed assistenza alle vittime e ai loro familiari. A consolidamento di questi principi, il legislatore ha ampiamente regolamentato questo bisogno: negli ultimi anni, infatti, è stato sviluppato un impianto normativo internazionale, comunitario e nazionale mirante a prescrivere l’attuazione di un Piano di Emergenza per gli incidenti aerei per ciascuno Stato, vettore, gestore aeroportuale e, come previsto dall’ICAO, per gli altri aviation service provider. Solo a livello nazionale, la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile ha emanato la Direttiva, del 27 gennaio 2012, recante: «Indicazioni per il coordinamento operativo di emergenze» al fine di dare attuazione al  Regolamento (UE) n.996/2010. L’ENAC ha emesso la Circolare GEN-05, “Piano Assistenza alle Vittime di Incidenti Aerei e ai loro Familiari”. In virtù di ciò, l’Italian Flight Safety Committee ha ritenuto utile, sulla base dell’esperienza maturata nel preparare corsi di safety, organizzare - a beneficio della comunità aeronautica italiana - un “Corso in Emergency Response Planning & Crisis Management”. 

Obiettivi

Il corso si pone l’obiettivo di fornire ai partecipanti quel bagaglio di conoscenze ed esperienze necessario per l’attuazione e il mantenimento di un Piano di Emergenza per gli incidenti aerei in un’organizzazione aeronautica, in istituzioni ed enti di Stato operanti in ambito aeronautico.

Programma

  • Presentazione del corso
  • Definizioni e aspetti normativi
  • Emergency Planning
  • Manualistica, esercitazioni e logistica
  • Piani di Emergenza Aeroportuale:
    • Requisiti Normativi
    • Organizzazione e Responsabilità degli enti coinvolti
    • Modello e contenuti
    • Tipologie di Intervento
    • Piani di Contingenza; Valutazione dei rischi ed integrazione
    • Esercitazioni Aeroportuali
  • Il piano di assistenza alle vittime e ai loro familiari
  • Psicologia dell’emergenza
  • Piano di comunicazione
  • Testimonianza professionale:
    • Protezione Civile
    • Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – ENAC
    • Fondazione 8 ottobre 2001
  • Esercitazioni:
    • Costruzione delle checklist
    • Piano di assistenza
    • Caso studio sul Piano di Emergenza Aeroportuale
    • Costruzione di un’esercitazione mediamente complessa
    • Costruzione di un’esercitazione complessa

A chi è rivolto

I destinatari del corso sono il personale impiegato nelle seguenti aree: emergency management, line management, risorse umane, comunicazione e relazioni esterne, safety e security in compagnie aeree, società di gestione aeroportuale, autorità dell’aviazione civile, enti di Stato, società di gestione del traffico aereo, società di manutenzione ed in generale in tutti i settori del trasporto aereo.

Metodologia

Il corso è su 5 giorni, dal lunedì al venerdì. L’orario delle lezioni è dalle 09.00 alle 17.00 eccetto il quinto giorno il cui orario è dalle 09.00 alle 13.30, per un totale di 30 ore di attività in aula. Il programma del corso è stato sviluppato attraverso moduli didattici strutturati in modo da prevedere, parallelamente alla materia oggetto d’insegnamento, delle applicazioni pratiche dei concetti esposti attraverso casi studio, esercitazioni e testimonianze professionali, ciò al fine di giungere ad una corretta integrazione tra teoria e pratica. 

Requisiti

Il corso è riservato ad un massimo di 20 professionisti operanti nell’industria aeronautica. Sebbene il corso sarà tenuto in italiano, la conoscenza della lingua inglese è un requisito necessario. L’ammissione avverrà in base a selezione per curriculum vitae.